Archivi del mese: aprile 2011

Gnome 3 -Pulsanti e finestre!

Come dicevo nel mio confronto con Unity, in Gnome 3 è presente il solo tasto di chiusura: secondo me non serve altro in questo nuovo DE.
Ci si muove molto bene con la tastiera o con il mouse attraverso gli spazi di lavoro.

Certo che dopo essersi abituati per un anno ad avere i pulsanti a sinistra, averne anche solo uno, ma a destra potrebbe disorientare. Per chi lo volesse spostare ancora a sinistra (o aggiungere i pulsanti che mancano), c’è un modo molto semplice per farlo.

Premendo ALT+F2 scriviamo nella finestra:
gconf-editor
Nell’editor di configurazione cerchiamo a destra la cartella
/desktop/gnome/shell/windows/

Qui possiamo modificare la voce a sinistra button_layout da
:close
in
close:
se vogliamo il pulsante a sinistra.
Mentre possiamo aggiungerli tutti con:
close,maximize,minimize:menu
Modificata la voce, ci basterà riavviare gnome-shell per avere il pulsante spostato a sinistra, possiamo farlo sempre con ALT+F2 e dando:
killall gnome-shell

Ora vorrei fare notare una cosa:

Come si può vedere se spuntiamo la voce edge_tiling, proprio sotto a button_layout, si possono avere alcune funzioni interessanti.
Praticamente si tratta di poter gestire le dimensioni di una finestra semplicemete trascinandola, sempre dopo avere riavviato la shell.
Se trasciniamo in alto la massimizziamo:

Mentre trascinando la finestra e mettendo il cursore negli angoli alti a destra o a sinistra del pannello, la finestra si adatterà alla metà destra o sinistra del monitor:

Trovo che questa funzione, che mancava in Gnome 2.32, sia molto utile, qualora dovessimo tenere sotto controllo due programmi diversi, oppure semplicemente confrontare due articoli o due file differenti.

Annunci

Gnome 3 – Le prime configurazioni!

Si comincia già a vedere qualcosa per configurare a nostro piacimento l’aspetto di Gnome 3.
Il programma in questione si chiama Gnome-Tweak-Tool, per installarlo su Gnome 3:
sudo apt-get install gnome-tweak-tool
Il programma è ancora un po’ scarno, ma già si possono scegliere alcune cosa ed altre si intuiscono…
Una volta installato, basta cercarlo nella shell:

L’interfaccia è sicuramente migliorabile (basterebbe un po’ di colore e/o sfumature:

Ma comincia a fare il suo dovere, innanzitutto possiamo scegliere alcuni temi, per ora pochi:

Possiamo cambiare i font, in dimensione e tipo, su diversi oggetti del nostro DE:

Si possono scegliere le azioni da compiere corrispondenti ai diversi click sulla barra:

Per ora solo un paio di opzioni per il file manager (nautilus), ovvera la gestione della scrivania e lo sfondo.

Ultimo e non ultimo, la personalizzazione della shell:

Come si vede in evidenza c’è già una opzione che per ora non è attiva, riguardo il tema della shell: cercando informazioni, pare che per ora ci sia un bug per questa estensione, ma sicuramente verrà risolto a breve e farà la gioia di chi come me non è troppo smanettone, ma vuole personalizzarsi un po’ il DE.

Questo programma sarà sicuramente destinato a molte altre implementazioni che, unite ai temi che si aggiungeranno in futuro, ci permetteranno in pochi passi ed in modo estremamente facile di personalizzare e gestire a nostro piacimento l’aspetto di Gnome 3, della shell, dei temi e delle icone.

Unity Vs. Gnome 3 – Prime impressioni

Per la nuova release di Ubuntu, la 11.04 denominata Natty Narwhal, c’è una novità importante, quale l’adozione di base dell’interfaccia Unity: spariscono così le differenze tra versione desktop e versione netbook (che tra l’altro creavano anche confusione).
Unity è una shell (interfaccia) di Gnome, si basa su Compiz come gestore delle finestre e mantiene (anche se rivisto) gnome-panel: è una cosa in più, è disattivabile, permette di utilizzare praticamente ogni cosa poteva essere utilizzata in precedenza.
Al contrario Gnome 3 è una nuova versione del desktop e si basa su una nuova shell, non c’è più gnome-panel e il gestore delle finestre è Mutter e non più Compiz, inoltre anche le librerie che lo compongono sono le nuove GTK3.

Queste differenze, che a prima vista non si notano, nascondono strade diverse e modi di usi differenti.
GNOME 3

UNITY

Come si può vedere entrambe presentano una barra a sinistra con le applicazioni preferite e/o aperte, ma già qui c’è da rimarcare una differenza, su Unity la barra è già visibile, mentre su gnome3 il desktop è vuoto: per richiamare le funzioni della shell di Gnome3 si può digitare il tasto Super (logo di windows), oppure mandare il mouse nell’angolo in alto a sinistra, oppure cliccare si Attività.
Continua a leggere